Il monastero San Filippo Fragalà, a Frazzanò (Messina), rischia di essere pignorato per un piccolo debito del comune. L’abbazia risale al 1090, costruita per volontà del Conte Ruggero, e rischia di finire in mani private per un debito di 3.800, risalente al 2015. È uno dei più antichi monasteri basiliani della Sicilia, tristemente noto per un altro caso di malagestione. Parte dei volumi della sua biblioteca – una raccolta molto ampia, con molti volumi pregiati, ora custodite dall’Archivio di Stato di Palermo – sono stati distrutti o smarriti durante il trasferimento nel centro abitato, intorno al 1866. Ora si cercherà di evitare la vendita all’asta.

La notizia completa sull’HuffPost.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.